← Torna all'archivio
Salone del Mobile e Fuorisalone 2024 - Tendenze e riflessioni da Groppo Arredamenti

Tendenze e riflessioni sulla design week

Conclusa questa design week edizione 2024 è il tempo di trarne le conclusioni. La prima cosa che possiamo constatare è che, finalmente, il Covid inizia ad essere lontano nello specchietto retrovisore, ne rimane un vago sentore qua e là, giusto alcune sensazioni che un brutto sogno lascia l’indomani mattina. Quello che forse rimane è la voglia di uscire, di vivere la convivialità e di regalarsi il maggior numero di “esperienze” possibile. Questa necessità, diventata primaria, unita alla drastica riduzione della capacità di spesa dei singoli, ha messo in seria difficoltà il mobile (e l’intera filiera del legno) divenuto, così come tanti altri beni durevoli, di secondaria importanza.

Tutti i grandi marchi e la maggior parte degli allestimenti cosparsi per il capoluogo lombardo hanno così risposto mostrando i muscoli, allestendo spazi in pompa magna. Sarà arduo capire se le migliaia di designers, architetti e appassionati provenienti da tutto il mondo ne saranno stati inebriati a tal punto da cambiare le tendenze del prossimo futuro.

Quello che proveremo a fare qua è darvi una sintetica rassegna delle varie sensazioni provate percorrendo le vie del Salone e i numerosissimi allestimenti del Fuorisalone.

Salone del Mobile e Fuorisalone 2024 - Tendenze e riflessioni da Groppo Arredamenti

Il ritorno dei materiali nobili

Sicuramente, a fare da protagonista, sono ancora i materiali più nobili come il legno, declinato su nuances più scure senza mai dimenticarsi della matericità che lo caratterizza. L’ormai diffusissimo rovere tinta naturale viene infatti messo in secondo piano rispetto ad essenze come noce, olmo ed ebano, o semplicemente riproposto con tinture più scure.

Anche il marmo è sicuramente tra i V.I.P. del salone, molti produttori propongono vere pietre al posto dei moltissimi gres ceramici (trovabili in ogni forma, dimensione e finitura); e ne esaltano la bellezza mettendo in mostra lavorazioni degne della Belle Époque con bordi riportati e forme sofisticate.

Il metallo, dal canto suo, non sta di certo a guardare: l’utilizzo dell’ottone, oramai presente nella maggior parte degli arredi (sia di abitazioni private che di locali pubblici) è decisamente in calo. L’acciaio si fa avanti in tutta la sua lucentezza declinandosi nelle più svariate forme e adattandosi al design di vario gusto: dal più minimale a quello iper-sofisticato. Molte sono ad esempio le cucine, sia da interno che da esterno, che vengono proposte con rivestimenti interamente in acciaio: lucido, satinato, vibrato, verniciato e così via.

Gran ritorno del vetro, nei tavoli e nelle isole, sia per ripiani che per i basamenti, retrolaccato su sfumature colorate per i più audaci.

Salone del Mobile e Fuorisalone 2024 - Tendenze e riflessioni da Groppo Arredamenti

Forme e colori nuovi nel décor

In generale si nota che il bacchettato sia di legno che di altri materiali (marmo, ceramica, sintetico) è anch’esso in calo, i classici listelli tondi sono piuttosto rari da scovare e lasciano le scene da protagonista ad altri con forme più particolari. Si scorgono qua e là infatti bacchette a sezione trapezoidale, triangolare o a sezione variabile, che decorano le facciate di mobili, banconi e rivestimenti.

Dal punto di vista cromatico invece il Fuorisalone, da sempre la parte più progressista e provocatoria della manifestazione, ci propone flash di colori vivaci: blu, verdi, gialli e rossi in gradazioni molto vicine a quelle dei primari. A questi, in diversi allestimenti, sono affiancati colori più dolci, come il verde salvia, il rosso mattone ed il senape, magari più compatibili con zone relax e di meditazione. Proprio questo tipo di ambiente è stato declinato in svariate forme e dimensioni.

Salone del Mobile e Fuorisalone 2024 - Tendenze e riflessioni da Groppo Arredamenti

Spazi outdoor e anima sostenibile

Tante, anzi tantissime, le attenzioni dedicate all’outdoor, sia a livello di complementi che di spazi. In molti casi è evidente la volontà di creare e di rendere sempre più forte il legame tra esterno ed interno, sovente tramite l’uso di decori vegetali, in alcune aree sapientemente moltiplicato ed illuminato con bei giochi di luci e specchi.

Altro aspetto fondamentale che attraversa il salone trasversalmente, è quello della sostenibilità. Declinata in moltissime e diversissime forme, tipologie e tematiche, talvolta abbiamo l’impressione che si tratti di “Greenwashing”, altre che sia invece un intento più onesto e sincero. In ogni caso è positivo il fatto che se ne parli molto, questo non può che aumentare la consapevolezza in un pubblico numeroso e disomogeneo.

Salone del Mobile e Fuorisalone 2024 - Tendenze e riflessioni da Groppo Arredamenti

Nuove tendenze per tessuti e complementi d’arredo

Altra presenza costante, a volte timida, ma sempre capace di donare “quel tocco in più” è il tessile: decori geometrici e fantasie artistiche ricamano sedute, tendaggi, drappi e tappeti che danno un tocco di morbidezza anche agli spazi più rigorosi.

Infine, impossibile non parlare delle linee curve: da anni il design ne è innamoratissimo, l’impressione è che all’arco, ormai esplorato a fondo, siano preferite linee più dolci che si ispirano alla natura e a forme organiche.

Salone del Mobile e Fuorisalone 2024 - Tendenze e riflessioni da Groppo Arredamenti

Questi gli high-lights secondo lo staff Groppo che ha girato la manifestazione con la curiosità e la voglia di scoprire che da sempre lo contraddistingue.
Non saremo certo noi a dettare le tendenze del mobile a scala globale dell’anno che verrà, ma speriamo che questa esplorazione virtuale possa dare anche a chi non ha avuto modo di essere presente qualche spunto. E che si tratti di un giovane progettista, di un affermato designer o di un grande appassionato, di ricordargli che abbiamo la fortuna di lavorare in uno dei settori più belli del mondo.

Buona creatività a tutti!

richiesta
informazioni

"*" indica i campi obbligatori

Dimensione max del file: 256 MB.
Privacy*
Ho preso visione dell'Informativa Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati in conformità al Regolamento UE 2016/679